…primo passo verso la risoluzione del fenomeno di Deumidificazione Ambientale…

Oggigiorno, nella progettazione e realizzazione di impianti, si pone sempre maggior attenzione al benessere delle persone che frequentano ambienti chiusi. Questi aspetti sono strettamente legati alla salubrità dell’aria che si respira ed è per questo motivo che diventa fondamentale garantire adeguate condizioni termoigrometriche, ricambi d’aria e trattamenti di filtraggio della stessa, in modo tale che l’inquinamento interno agli ambienti si possa considerare quantomeno accettabile.

Di questi aspetti si occupa la UNI 10339, in vigore ormai dal 1995 e attualmente oggetto di revisione. In questi ultimi anni, infatti, la Comunità Europea ha emanato diverse Direttive per il miglioramento dell’ambiente nel quale soggiorniamo.
Tra queste, la direttiva EPBD “Direttiva sull’etichettatura energetica degli edifici”, sulla base della quale il CEN (Comitato Normatore Europeo) ha preparato svariate norme applicative per il calcolo del fabbisogno energetico dei sistemi di riscaldamento, dei sistemi di ventilazione e climatizzazione. Una di queste è la EN 13779.

E’ Fondamentale Garantire una qualità dell’aria interna accettabile attraverso l’aerazione degli ambienti.

Tale aerazione minima dovrà essere effettuata o naturalmente o attraverso aerazione forzata e dovrà risultare comunque sufficiente al raggiungimento del benessere respiratorio, igrotermico invernale ed estivo, e olfattivo, evitando il ristagno d’aria viziata, di impurità e di gas nocivi, nonché la formazione di colonie batteriche.

L’umidità sale dal terreno lungo i muri, sia nei piani interrati che nei piani terra, quando non c’è un adeguato isolamento, oppure se l’isolamento è danneggiato. Questo fenomeno, tuttavia, è in grado di spiegare una risalita dell’ordine di qualche centimetro, non di metri. Un adeguato tester chiarisce il fenomeno nella sua completezza: rileva cioè una differenza di potenziale elettrico tra la base del muro, umida e salina (per via della risalita capillare). Una muratura umida, al di là degli sgradevoli aspetti estetici come lo scrostamento degli intonaci e lo sfaldamento delle pitture, crea anche una forte dispersione termica e una sensazione insalubre negli ambienti in cui si vive e si opera: odore e presenza di muffa, elevata umidità dell’aria, formazione di condense, ecc.

Per motivi pratici, vengono consigliati prodotti deumidificanti, contro-pareti, etc., che eliminano provvisoriamente il fenomeno (solo visivo), senza però risolvere la vera causa del problema.

Visto che una soluzione meccanica invasiva come il taglio della muratura è troppo invasiva e poco consigliata per motivi strutturali, e una soluzione di resine chimiche non permette un reale controllo del risultato, ci sono soluzioni che agiscono sulla capillarità contrastando l’umidità di risalita dentro le murature e regolando l’umidità Ambientale.

Solo dopo un’attenta analisi strumentale, con il Nostro laboratorio mobile, si potrà stabilire con adeguata precisione la problematica e trovare la soluzione più idonea.

Greenhaus offre ampia competenza in materia di Risanamento ed è in grado di offrire soluzioni pratiche, prodotti, e servizi commisurati al soddisfacimento di tutte le esigenze relative all’umidità e condensa presente in un edificio: Umidità da Risalita, Ambientale e da ponte termico.

…indagini preliminari con Termocamera…

Una delle azioni preliminari per analizzare lo stato di «Salute» di un immobile è la verifica Termografica dell’immobile.

L’utilizzo della Termocamera diventa uno strumento fondamentale per l’analisi di tutti gli aspetti costruttivi dell’immobile; individua i ponti termici, analizza la salubrità (presenza di umidità/acqua nei muri) tramite la differenza di temperatura delle strutture ed in generale coglie tutte le dispersioni termiche determinanti per la formazione della condensa all’interno degli ambienti.

Queste indagini oltre che analizzare l’edificio termicamente per il risanamento ci danno anche tutti gli indizi necessari per intervenire con azioni migliorative quali cappotti esterni, contropareti interne, sostituzione vetri o serramenti, sistemazione soglie e davanzali etc.

Verifica interna, si notano i punti freddi (ponti termici) dell’edificio, quelli color blu/viola, che determinano in particolare negli angoli del fabbricato fenomeni di condensa e muffe.

Verifica Esterna, si notano i punti di dispersione di calore dall’interno dell’edificio verso l’esterno (color arancione/giallo) che in queste tre sequenze raggiungono un differenziale di 12°.

…e risoluzione dei problemi in modo DEFINITIVO!

MELLONCELLI HygroLAB

è un completo e versatile laboratorio portatile che consente di eseguire indagini diagnostiche sui materiali dell’edilizia storica in maniera semplice ed intuitiva, rendendo accessibili a tutti coloro che operano nel campo della conservazione dei Beni Culturali le tecniche di base per la caratterizzazione dei materiali lapidei naturali e artificiali e dei relativi fenomeni di degrado.
Le metodologie analitiche impiegate sono conformi alla normativa italiana (UNIBeni Culturali) ed europea (EN—Conservation of Cultural Property) e l’interfaccia utente è multilingua.

TERGOMATIC

Tecnologia Bioedile, totalmente reversibile e non invasiva, contro l’umidità di risalita capillare.
Niente fili, cavi o elettrodi nelle murature.
Certificata da primario istituto legalmente riconosciuto a livello nazionale.

CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI
IL SISTEMA NON CAUSA MALANNI NE DANNI ALL’UOMO

Valori indicativi dei campi elettrici e magnetici generati da alcuni elettrodomestici a diverse distanze dal corpo in rapporto all’emissione del Tergomatic by S.K.M.

ESEMPI DI INTENSITÀ DI CAMPO AL VARIARE DELLA DISTANZA
(valori di B in microTesla μT)

LA TECNOLOGIA TERGOMATIC
DEUMIDIFICAZIONE ELETTROFISICA DELLE MURATURE MIGLIORA GLI AMBIENTI:

Rendendoli più vivibili
Una casa asciutta e priva di umidità rende l’ambiente salubre e più vivibile per le persone, soprattutto gli anziani ed i bambini, e per gli animali.

Attribuendone maggiore valore economico
Un immobile risanato e privo di umidità acquista, ovviamente, un maggiore valore economico.

Consentendo un risparmio di gestione
Un ambiente asciutto crea una minore dispersione termica e quindi un notevole risparmio sulla bolletta dell’energia elettrica; inoltre, non si necessiterà di costosi e ripetuti interventi per il ripristino e pitturazioni degli intonaci ammalorati.

Rendendo gli ambienti più belli e sani
Un immobile senza umidità è più bello, privo di  fastidiose macchie sui muri, intonaci che si sfaldano e cattivi odori causati dalle muffe, tipiche di un ambiente umido.

Contattaci subito per un preventivo gratuito

Compila il modulo